ABOLIZIONE DEL CANONE TV, CON UN REFERENDUM, E’ POSSIBILE?

IL 4 MARZO 2018, Il popolo svizzero è chiamato a pronunciarsi sull’iniziativa No Billag, che vuole abolire il canone radiotelevisivo. Per i promotori dell’iniziativa, si tratta di una tassa obbligatoria che limita la libertà di ogni individuo e la concorrenza sul mercato dei media. Governo e parlamento invitano a respingere l’iniziativa: uno smantellamento del servizio pubblico radiotelevisivo nuoce alla qualità e alla pluralità dei media in Svizzera e favorisce l’espansione sul mercato di gruppi stranieri.

IN ITALIA PERCHE’ QUESTO NON E’ POSSIBILE? CHIEDIAMOLO AI NOSTRI POLITICI LOCALI, UN REFERENDUM POTREBBE RISOLVERE UNA IMPOSIZIONE DELLO STATO CHE SCENDE SUI CITTADINI COME SE LO STATO NON FOSSE DEI CITTADINI(…)

 

2 risposte a “ABOLIZIONE DEL CANONE TV, CON UN REFERENDUM, E’ POSSIBILE?”

  1. Da casa mia non riesco a visualizzare i tre canali Rai eppure il canone ho sempre dovuto pagarlo .
    In tutti i casi avrei piacere fosse abolito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *