RICHIESTE DI PAGAMENTI SU BOLLETTE; INGIUSTIFICABILI !

IL LIVELLO DI TASSAZIONE STA ARRIVANDO ALLE STELLE !

oggi arriva notizia di un aumento delle bollette energetiche causa mancato pagamento di alcuni utenti; PURA FOLLIA  a cui dobbiamo sottostare pena distacco delle utenze dopo un periodo di diminuzione dell’energia ricevibile.

MA PERCHE’ A NOI POSSONO FARLO E A CHI NON PAGA NON LO POSSONO FARE?

PROBABILMENTE NON ESISTE IL FENOMENO DI CHI NON PAGA…SI TRATTA DI UN SISTEMA PER POTERCI TASSARE SENZA FONDAMENTO (come l’invenzione del debito pubblico ma in proporzione inferiore).

PER ORA …la soluzione e’ cercare un buon consulente energetico ed investire in un impianti che dia indipendenza energetica? probabilmente e’ la via da seguire, ma in parallelo serve un percorso legale per la ricusazione di richieste economiche insensate ed illegittime… produciamo un Referendum? sarebbe una buona occasione per FAR CONOSCERE AL MONDO LE INGIUSTIZIE CREATE DA QUESTA REPUBBLICA ITALIANA ALLO SBANDO!

 

CI E’ GIUNTO QUESTO SCRITTO CHE CONDIVIDIAMO CON VOI:

ADUSBEF – Associazione Difesa Utenti Servizi Bancari Finanziari Postali e Assicurativi
 
Scippo condestrezza: Bortoni (ex autorita’ Energia) si rimangi quel provvedimento scandaloso, di spalmare sulle famiglie gia’ taglieggiate col suo concorso e di Arera, le altrui morosita’. Ecco il fac simile
 
Spett. le ARERA
 
Guido Bortoni, Rappr. Legale
 
Corso di Porta Vittoria,27
 
20122 MILANO
 
protocollo.aeegsi@pec.energia.it info@arera.it
 
e p.c. Spett.le Procura della Repubblica
 
c/o Tribunale di Milano
 
Via Freguglia, 1
 
20122 MILANO
 
procura.milano@giustizia.it
 
e p.c. Spett.le ADUSSBEF
 
via Bachelet n. 12 (p. 1°)
 
00185 Roma
 
info@adusbef.it
 
OGGETTO: FORMALE DIFFIDA
 
Delibera del 1 febbraio 2018 n. 50/2018/reel Autorità Energia Reti, in merito alle diposizioni relative al riconoscimento degli oneri non recuperabili per mancato incasso degli oneri di sistema
 
Il/la sottoscritto/a ………………… ………………… nato/a a ………………………… il _ / ___ / ___,
 
residente in …………………………………………. (… …..), alla Via/Piazza………………………………………………….
 
titolare di una utenza elettrica (utenza n …………………………………….), in regola con i pagamenti della proprie utenze
 
PREMESSO CHE
 
con la Delibera del 1 febbraio 2018 n. 50(https://www.arera.it/allegati/docs/18/050-18.pdf), è stato previsto di addebitare ai consumatori ed agli utenti dei servizi elettrici, in regola con i pagamenti, quindi anche allo/a scrivente, gli oneri non recuperabili per mancato incasso degli oneri di sistema, quantificati in circa 1 miliardo di euro su base annua.
 
In tal modo, si consentirà di spalmare sugli incolpevoli consumatori e sulle famiglie già taglieggiate da rincari, balzelli ed inique delibere dell’Autorità ARERA (impegnata agli esclusivi interessi delle imprese fornitrici, i cui costi sono tra i più elevati d’Europa), il mancato recupero dei cittadini morosi.
 
Tale addebito costituirebbe violazione delCodice del Consumo emanato con il decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, in materia di diritti del consumatore, nonché possibile violazione delle norme del Codice Penale in materia di abuso in atti di ufficio e concorso nel reato di appropriazione indebita, addirittura istigato dalla suddetta delibera.
 
Adusbef si è tempestivamente mobilitata al fine di evitare questo ennesimo scippo silente ai danni dei cittadini italiani ( http://www.adusbef.it/Consultazione.asp?id=10135) e porrà in essere ogni iniziativa per la tutela della legalità e dei diritti dei cittadini consumatori.
 
Con la presente, pertanto, il sottoscritto utente, presenta al rappresentante legale pro temporeGuido Bortoni,
 
FORMALE DIFFIDA
 
a far addebitare qualsivoglia onere o balzello sulle fatture a me intestate, derivante dall’altrui morosità, per le evidenti violazioni indicate.
 
La Procura della Repubblica, che legge per conoscenza la presente diffida, è invitata ad aprire una inchiesta per verificare l’integrazione di reati gravi a danno dello/a scrivente.
 
In Fede (data e firma)

5 risposte a “RICHIESTE DI PAGAMENTI SU BOLLETTE; INGIUSTIFICABILI !”

  1. Abbiamo espresso il nostro dissenso con referendum il cui risultato è stato IGNORATO. DOBBIAMO MANDAR VIA QUESTE SANGUISUGHE CHE HANNO VOLONTARIAMENTE IMPOVERITO LA NOSTRA NAZIONE. Hanno cominciato distaccando le nostre buone Industrie in Paesi dove il lavoro costava molto poco per riempire maggiormente le loro tasche…… così facendo HANNO ASSASSINATO IL NOSTRO PIL.

    1. e’ per questo che una repubblica non puo’ controllare questo sistema ormai alla deriva, diretto da banche private e lobby multinazionali… la confederazione di stati/regione proposta, e’ diretta dai cittadini grazie alla Democrazia Diretta, la politica seguira’ il volere dei cittadini(come succede in svizzera o in tutte le confederazioni esistenti) se vorranno arrivare ad essere ricandidati, e dopo il secondo mandato, ilpolitico torna al proprio lavoro, avendo contribuito a migliorare il bene comune.

  2. Sono completamente d’accordo con il referendum o qualsiasi altra cosa che rispetti i nostri interessi, diritti e dignità che puntualmente vengono calpestati. È ora di cambiare le cose, per noi è per i nostri figli e generazioni future. Abbiamo un paese stupendo che ci potrebbe offrire ogni cosa e invece ci viene derubato tutto….. Cosa facciamo allora?! Non amo la violenza, ma C’È SEMPRE UN ALTRO MODO x riprenderci ciò che ci appartiene per diritto di nascita. Troviamolo questo modo e davvero facciamo tutti insieme.uniti saremo una forza invincibile…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *